Pioggia Neve e Slivovica!!!

L’ingresso in Serbia, dopo gli otto giorni spesi per attraversare la Bulgaria, non e’ dei migliori… Vengo infatti accolto da freddo, neve e pioggia che, unite alla morfologia collinare della zona, rendono la pedalata un vero massacro.

Cosi dura che da qualche giorno non riesco a pedalare piu’ di 60km (generalmente ne facevo il doppio senza problemi).

L’altro giorno, per la prima volta da quando sono partito, mi sono addirittura perso… finendo inaspettatamente a Temska, un villaggio sulle montagne serbe da non piu’ di 500 persone. Ci arrivo bagnato fradicio e infreddolito ma soprattutto demotivato, non sapendo in che direzione andare….

…mi si avvicina un motorino, guidato da un signore sulla cinquantina, che e’ evidentemente il postino locale. Si presenta come Zelicko e senza parlare inglese mi dice di seguirlo.

Dopo pochi minuti sono nell’ufficio postale del paese, dove, oltre che farmi accomodare vicino al calorifero mi viene offerto un bicchiere di Slivovica(la grappa serba…roba artigianale da 45°) e dei pasticcini.

Tanjia l’impegata, telefona addirittura al medico del villaggio che ci raggiunge poco dopo insieme all’infermiera del paese, in quanto uniche persone che parlano inglese. Mi fanno compagnia mentre asciugo i miei piedi sul calorifero e soprattutto mi vanno a fare la spesa, facendomi uscire dall’ufficio postale con una bottiglia di slivovica, un panino con mezzo chilo di carne di maiale(mezzo chilo sul serio)e un salame

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...